NEL BASSO VENETO, UN PICCOLO MIRACOLO DEL CINEMA INDIPENDENTE

Si è tenuta Venerdì 16 Febbraio, la prima proiezione del film River Monster, prodotto da due giovani di Villadose (Rovigo), con l’ambizioso obiettivo di realizzare un film a budget zero, che potesse superare i confini locali e farsi conoscere oltre la nebbia polesana.

La Première si è tenuta nell’Ex cinema di Villadose, che mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo era già pieno (circa 300 presenti), ed  è stata un successo, ripreso anche dai quotidiani locali; ma per capire meglio ciò che è accaduto, ripercorriamo un attimo l’excursus della vicenda.

Quattro anni fa, Marco D’Angelo e Luca Renesto, classe 1987 e 1990, decidono di realizzare una piccola parodia del programma Tv “River Monsters”, il quale racconta di un pescatore (Jeremy Wade) , che gira il mondo catturando mostri acquatici. Il cortometraggio (Venti minuti), pur divertente ed apprezzatissimo dalla comunità locale, è fortemente penalizzato dalla scarsità dei mezzi a disposizione dei due. La qualità delle riprese è scadente, troppo scadente.

Ad inizio 2017, i due parlano di rifare quel cortometraggio, stavolta però aumentandone la qualità, per dare il giusto valore a quella esperienza di qualche anno prima. Dall’idea di rifare un piccolo corto di venti minuti, però, a suon di idee ed intuizioni, dopo 8 mesi di lavoro nei ritagli di tempo di ciascuno dei due, è uscito un film di 80 minuti, che sarebbe ingiusto definire ancora “Parodia”, e da qui la scelta dei due di chiamarlo semplicemente “River Monster” e non, come era stato deciso all’inizio, “River Monster 2 – il gambero Killer”.

Gazzettino

Il film ha coinvolto una ventina di “attori” locali, ha utilizzato riprese aeree e subacquee, ed è stato accompagnato da una intensa campagna comunicativa realizzata da questo blog e relativa pagina Facebook (Renesto’s). Tutto questo ha attirato l’attenzione di giornali e radio, fino ad arrivare ad una esperienza fantastica in diretta a Radio Kolbe Rovigo, nel programma Polesine Coast to Coast (guarda il video della diretta).

Una delle locandine

Partendo dai contenuti pubblicitari che richiamavano alcuni cult anni 80 e 90, passando per un paio di trailer ed arrivano alle “Recensioni dei saggi”, la provincia ha iniziato a fremere per questo appuntamento. Le recensioni dei saggi è stato un altro tassello della campagna comunicativa, attraverso il quale il film è stato inviato a dieci persone selezionate in base a loro esperienze in campo artistico (Luca Morris Dj, Tea appassionata e studentessa di Cinema, Felix Attore, Alfio musicista a Londra, Caterina ecc), le quali hanno inviato appunto una loro recensione/valutazione, che è stata pubblicata.

Tutto il percorso comunicativo è ben visibile su Facebook alla pagina Renesto’s e, in particolare, nell’evento Facebook “Uscita film River Monster 2” che, stando ai dati di Facebook, ha coinvolto 14mila persone.

La storia è semplice: un ex pescatore di fama mondiale, estremamente egocentrico, si rimette in gioco dando la caccia ad un mostro che semina il terrore, ovvero il famelico Gambero Killer, animale realmente presente nel territorio polesano, e che veramente è conosciuto con questo suo nome in quanto specie molto vorace ed onnivora, proveniente dalla Louisiana ed arrivato in Italia una dozzina di anni fa. Durante il film, che in numerosi tratti omaggia il regista Quentin Tarantino, si incontrano numerosissimi riferimenti a pellicole cult anni 80-90-2000, ed una buona dose di umorismo, che però non scade mai nella volgarità. Recitato in italiano, nel film sono presenti alcuni dialoghi in dialetto Veneto. Tra le finalità dichiarate del film infatti, vi è anche quella di promuovere il territorio locale, e la lingua locale è essenziale per poterlo fare.

C’è chi parla di un successo, chi di un piccolo miracolo di cinema indipendente, chi non si capacita di ciò che è accaduto, chi continua a chiedere Dvd e manifesti e gadget. Non esiste nulla di tutto ciò purtroppo. Non siamo ad Hollywood e non siamo una casa di produzione. Siamo due ragazzi che con enorme ingengo hanno dato vita ad una storia e che avrebbero mille idee per mille gadget e simili, ma dobbiamo fare i conti con la realtà, e la realtà è che qui da noi diciamo che l’industria cinematografica è un po’ indietro 😀

Da oggi il cammino continua, con la ricerca di accordi per accontentare chi vuole un Dvd, una locandina o altro, bel lieti di ricevere qualsivoglia supporto, aiuto, consiglio, ecc.

Ma soprattutto, ora l’obiettivo, come detto più volte, è spingere River Monster oltre il Polesine, senza complessi di inferiorità, senza paura.

Vediamo dove arriverà.

La Premiere

Stiamo raccontando, tutti assieme, una gran bella storia.

Per info, contatti, qualsiasi cosa: renestoluca@live.it

 

Marco D’Angelo e Luca Renesto

Luca
La bella copia di Charles Bukowsky in versione basso Veneto
 
Luca

Luca

La bella copia di Charles Bukowsky in versione basso Veneto

 
Luca Renesto La Bottega Ignorante
Per proposte e collaborazioni, usa questo form estremamente carino